Porta San Sebastiano, Museo delle Mura, Roma: digitalizzazione 3D della torre orientale e ricostruzione delle iscrizioni con laser scanner RGB-ITR e fotogrammetria


Porta San Sebastiano, Museo delle Mura Aureliane (Roma)

Decorazioni a carboncino su intonaco

La sala della torre orientale della Porta San Sebastiano (Mura Aureliane) presenta decorazioni e iscrizioni realizzate a carboncino su intonaco, probabilmente ad opera dei soldati delle truppe pontificie che fra il 1700 e la fine del 1800 erano stanziati presso la porta Appia, oggi porta San Sebastiano. L’altezza di circa 5-7 metri a cui si trovano tali elementi decorativi va messa in relazione con la presenza di un solaio ligneo relativo a un secondo piano, oggi non più esistente.

 L’intervento richiesto al team ENEA ha un duplice scopo: da una parte, la digitalizzazione 3D a colori ad alto dettaglio della sala a fini divulgativi e per la catalogazione; dall’altra, l’utilizzo di tali strumenti digitali per lo studio approfondito dei disegni e delle iscrizioni, ha il fine ultimo di fornirne una ricostruzione per comprenderne a fondo la valenza storica.

Inoltre, è stata eseguita una scansione 3D fotogrammetrica della “stanza della torre” e dei graffiti presenti all’interno di essa.



Il laser scanner RGB-ITR in funzione all’interno della sala della torre orientale della Porta San Sebastiano (Roma).

La tecnologia a luce attiva che utilizza il laser scanner ENEA, chiamato RGB-ITR, permette la digitalizzazione 3D a colori di opere d'arte di medie e grandi dimensioni a grandi distanze e senza l'influenza delle condizioni d’illuminazione circostanti né l’utilizzo di ponteggi. Mediante l’impiego di tre fasci laser modulati in ampiezza, si ottengono immagini ad alto dettaglio e prive di ombre dell'oggetto scansionato, fornendo un ottimo strumento per lo studio dello stato della salute, sia strutturale che colorimetrico, del bene. La procedura di calibrazione eseguita in situ, e le dovute correzioni da aberrazioni ottiche applicate ai segnali ottici in post processing, permettono di ottenere dati oggettivi calibrati su tutto il range di misura, che può arrivare fino a 35 metri.

Monitoraggio strutturale e colorimetrico remoto mediante laser e modellazione 3D



Ricostruzione fotogrammetrica della torre

No file


Massimiliano Guarneri, massimiliano.guarneri@enea.it

Porta San Sebastiano, Museo delle Mura (Roma)

XVI sec. ?- fine XIX sec.

Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Anonimo

Altezza massima della stanza: 11 metri circa. Diametro della stanza: 7 metri circa.

Carboncino su intonaco

Progetto COBRA

22-31 Maggio 2017

Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Dott.ssa Ersilia Maria Loreti (ersiliamaria@libero.it)

Grazie all’utilizzo dei software sviluppati ad-hoc per lo scanner RGB-ITR, è stato possibile ottenere il modello 3D completo ad alta risoluzione della sala della torre. Lo studio preliminare finora compiuto su alcune delle iscrizioni presenti sui disegni che caratterizzano la sala ha permesso di estrapolare porzioni dei contenuti di tali scritte, collocandoli storicamente alla fine del XIX secolo.

Attraverso l’impiego di algoritmi formulati appositamente per questo studio e basati sull’innalzamento di contrasti e differenziazione dei layer, s’intende estrapolare i contenuti delle scritte in modo automatico e veloce, così da comprendere maggiormente la valenza storica delle decorazioni della torre.  



No image
Settings

Contenuti

Non ci sono elementi in questa cartella.